[JMJ 97 - Le Cyberjournal]

"Eccellenza, un motto del giovane cristiano ?"

(Piccole interviste a grandi Pastori)


"Seguire Gesù, semplicemente" (Mons. Frikart)

"Amare, amare, amare, e aver fiducia ! " (Mons. Paulien)

"Seguire Cristo, nella gioia" (Mons. Aumônier)

"Vas-y ! (Dai !)" (Mons. Cornet)

"Mettere in pratica il vangelo con gioia" (Card. Martini)

"Conoscere meglio Cristo, per amarlo di più e farlo conoscere meglio" (Card.Ricardo)

"Desiderare di conoscere la Parola di Gesù, Parola di Dio, Parola vera" (Card. Saldarini)

Ginevra Rossi

In esclusiva per Cyberjournal, l'intervista-flash a Guy Gilbert.

Ginevra Rossi : Padre Guy Gilbert, quale potrebbe essere il motto di un giovane cristiano?

Guy Gilbert : Ebbene, ho tre parole: LOTTARE, PREGARE, AMARE. Lottare, per una società di condivisione, di amore, di tolleranza, di rispetto, e dunque a livello politico, sociale, umano. Con insistenza.
Pregare. Senza la preghiera, siamo spacciati. E' la forza più grande. Sorpassa tutte le forze politiche, la forza del denaro, la forza del potere. Penso che la preghiera è povertà, nullità davanti a Dio.
Amare, perché se uno prega, per forza amerà. E l'amore è il fondo del Vangelo e di Dio.

G.R. - Lei conosce i giovani, e i giovani la conoscono. Quale atteggiamento tipico dei giovani puo' essere di esempio a chi desidera incontrare Cristo?

G.G. - Io ai giovani dico: vivete in modo che la gente, solo a vedervi vivere, pensi che non sia possibile che Dio non esista. Siate dei viventi del Cristo. Se credete che Cristo è vivente, se passate abbastanza tempo in ginocchio, per chiederLe di fare di voi dei viventi, testimoni di Cristo, allora avrete tutto. E prima di predicare il Vangelo, vivetelo. Che il vostro cuore sia tenerezza e amore, e avrete tutto. Che le vostre mani, i vostri corpi e i vostri cuori siano tenerezza e amore, e avrete tutto.